Marketing allo IAB FORUM 2007

Partecipare allo IAB Forum

(Interactive Advertising Bureau) è sempre qualcosa di straordinario…  idee, suggerimenti, passato e futuro, persone, sguardi, immagini, video, movimento, creatività, arte, nuovo e vecchio, una mescolanza davvero stimolante. Un mix di idee, ed oggi mi piace focalizzarmi su una di esse, l’intervista a David Weinberger, nella vita ha fatto tanti mestieri, dall’autore cinematografico (ha collaborato con Woody Allen) fino alla sua attuale attività di professore ad Harvard, allo IAB domina il palco e si presenta con il suo slogan: Everything is MiscellaneousThe Power of the New Digital Disorder.

 

Dall’intervista fatta a David da Roberto Bonzio, giornalista di Reuters, (e ripresa da Blogosfere) si puo’ capire che, se Internet ha un potereè proprio quello di rivoluzionare la comunicazione pubblicitaria

. Tutto a vantaggio del consumatore che non è più soltanto passivo ricettore di un messaggio preconfezionato ed attraente, ma che si fa ricercatore attivo di informazioni, diventa attore e lettore delle conversazioni online, perché? Semplicemente perché è connesso alla rete a “tempo pieno”. Come afferma Bonzio nel suo articolo“Le aziende devono imparare in fretta a comunicare in modo diverso. Puntando sulla reputazione, che a differenza di un marchio, non si costruisce a suon di spot e milioni ma bisogna guadagnarsela.”

 

Come guadagnarsi allora la fiducia del cliente?

David Weinberger nella sua intervista afferma:

“Non abbiamo idea di come esattamente le aziende potranno entrare al meglio in queste conversazioni… A mio giudizio, le aziende faranno la cosa giusta ammettendo il fatto basilare della loro umanità

. E cioè che non sono perfette, sono molto umane, hanno motivi di interesse e devono affrontare il consumatori su questa base…”

e dire…

“Siamo quest’azienda, questo è quel che crediamo, questi sono i nostri prodotti, sappiamo che ad alcuni non piacciono… ecco quel che facciamo… molto diretto. Non nascondere chi si è, fingere che tutti siano contenti. Questo siamo e di questo siamo orgogliosi.
Molto diretto, immediato.

Molto interessante. “

Interessante davvero!