Una giornata con Expedia e BluHolding alla IULM

iulm

All’appuntamento i oggi (ndr. 22 Aprile 2010) al , che si è tenuto alla IULM a Milano, si è parlato delle realtà di vendita vacanze nell’on-line.

E’ il secondo anno che ci vede ospiti presenti all’MTM a parlare ad una platea di giovani appassionati di turismo provenienti da diverse parti d’Italia e del mondo.
Ecco il nostro punto di vista…

Nell’inevitabile contesa tra intermediazione e disintermediazione, e nella contrapposizione tra rapporto umano ed e-commerce puro, Evolution Travel ne esce decisamente favorita essendo allo stesso tempo sia l’una che l’altra. Il punto chiave sta nella soluzione vincente, quanto complicata, di trovare il giusto equilibrio tra innovazione tecnologica e risorse umane.
Contestiamo i modelli di business che vedono la contesa “tecnologia” vs “risorse umane” come se o l’una o l’altra fossero l’unica soluzione percorribile.

Solo rapporto umano (per intenderci la soluzione dell’agenzia di viaggio classica) ed ecommerce possono essere visti come alberi da un unico ramo, soluzione veramente troppo rischiosa e che madre natura ha ovviamente bocciato.

Evolution Travel è un albero dai molti rami che arricchiscono l’albero adattandosi con efficienza alle condizioni ambientali mutevoli.

Nella nostra vision qual’è quindi la soluzione? Affrontare la sfida di coniugare l’innovazione tecnologica in atto con la forza del Network, quindi le persone.

Difficile? Si. Impegno lungo nel tempo? Si, ma direi proprio che ci siamo riusciti.

Si continua a parlare di Web2.0 e le aziende si sentono costrette a mostrarsi sempre al passo con i tempi, ma quanto peso ha, nell’ottica web2.0, per esempio la presenza di un’azienda su Facebook? E su Twitter?

Evolution Travel è Web2.0 innanzitutto al suo interno. Il Network di promotori è fatto di professionisti che sono totalmente indipendenti; e proprio nella loro autonomia decidono di collaborare e scambiasi informazioni, di creare importanti sinergie per rendere vera la formula 1+1=3

La naturale conseguenza di questo modo maturo di vivere il loro lavoro on-line permette ai Consulenti Evolution Travel di proporsi nel web nel giusto modo, quello efficace, quello che da risultati.

Guardo con simpatia Expedia (la presentazione fatta è stata molto interessante e sia Laura Valerio che Alessandro Longo sono stati veramente bravi) e la sua vision proiettata all’intermediazione perché come Evolution Travel trova nel suo punto di forza anche il suo punto di debolezza.
La tecnologia che usa per intermediare è la stessa che permette infatti la disintermediazione.

Per quanto sia noi sia loro concordiamo su questo punto, Giogio Castoldi afferma che la proliferazione di continue nuove idee permetterà sempre una disintermediazione, magari in forme differenti ed innovative.

Guardando invece le Agenzie di Viaggio classiche rimane la solita sensazione di attesa. Attesa che intraprendano la strada del web, anche se diversi grossi network on-line si sono già mossi.
Questa strada li porterà inevitabilmente ad avvicinarsi in qualche modo alla vision di Evolution Travel adottando così metodologie operative simili a noi, o differenti nella orma ma probabilmente non nella sostanza.