Meglio un blog o una pagina Facebook per vendere viaggi online?

Curare la propria presenza online è diventato fondamentale, qualsiasi professione si svolga.
Per i Consulenti di viaggio online "vivere" il web è imprescindibile. Cos'è oggi "internet"? Ha senso curare un blog o è bene concentrarsi solo sui social network?

Curare blog e social: strategia

Blog o social? E' un dilemma comune a chi pensa di aver poco tempo da dedicare ad attività che puntino a rafforzare la propria presenza online.

La risposta è che uno strumento non deve escludere l'altro. Al contrario, si tratta di due canali comunicativi differenti ma strettamente legati.

In entrambi i casi, parliamo di espressioni di se stessi e di veicoli per far emergere la professionalità e la personalità di ciascuno.

Blog e social dovrebbero viaggiare in parallelo: il blog aiuta ad approfondire, offre uno spazio libero in cui poter realizzare contenuti (testuali, video, fotografici ecc...).
E' la vetrina dove poter fare emergere la propria competenza, il proprio modo di vivere un lavoro come quello del Consulente di viaggi online: al servizio dei viaggiatori, della loro sicurezza in giro per il mondo.
I social, a loro volta, fanno sì che certi messaggi viaggino con più immediatezza e rapidità. Permettono la condivisione e la viralità.

 

A cosa serve oggi avere un blog, nell'era dei social?

Il blog è ancora uno strumento potente da utilizzare online, specie a fini professionali.
Attraverso il blog è possibile:

  • farsi conoscere, a tutto beneficio del Personal Branding;
  • condividere: consigli, conoscenze, nozioni, emozioni, esperienze di viaggio, suggestioni ecc...;
  • comunicare: veicolare idee, progetti professionali, collaborazioni, entrare in contatto con lettori-potenziali clienti;
  • diventare una fonte autorevole: nel fornire spunti e informazioni verificate e puntuali, si diventa un punto di riferimento per chi legge;
  • vendere: presentarsi al meglio online e far emergere passione e competenza aiuta a creare fiducia, rendendo il lettore più propenso a richiedere informazioni in vista di un viaggio.

 

Curare un blog vuol dire dedicare tempo a quest'attività: è utile aggiornare con frequenza le pubblicazioni, non lasciando questo spazio "abbandonato" per troppi giorni.
Aprire un blog significa anche implementarne la struttura tecnica: molte persone si bloccano già in questa fase, per timore di non saperlo fare.

Tra qualche giorno sui domini personali dei Consulenti di viaggio online Evolution Travel sarà possibile aprire un blog, senza dover pensare alle incombenze tecniche.
La piattaforma sarà pronta all'uso, quindi ogni Promotore potrà iniziare a scrivere post sin da subito.
Un bel risparmio di tempo ed energie, a tutto vantaggio della comunicazione verso gli utenti.
Non resterà che esprimere se stessi e tutta la propria professionalità attraverso il blog.

 

E per quanto riguarda i social?

Facebook, Twitter, Google +, Instagram e tutti gli altri social network sono diventati strumenti di larghissimo utilizzo per qualsiasi fascia della popolazione.

Per quanto stra-usati e alla portata di chiunque, i social network non si "auto-alimentano": per crescere e generare riscontri hanno bisogno di contenuti.
Per questo motivo presentarsi al mondo soltanto con una pagina Facebook può essere limitante.
Veicolare i contenuti del proprio blog attraverso i social media è invece un'ottima strategia, anche per raggiungere target differenti.

 

La pagina Facebook di un Consulente di viaggi online è sempre ricca di notizie dal mondo travel, di offerte di viaggio, di considerazioni su luoghi del mondo: è quello che ci si aspetta da un professionista di questo settore.

 

Perchè veicolare sempre e solo fonti esterne, quando è possibile proporre informazioni o raccontare luoghi in prima persona?
Ecco che il blog personale permette di offrire anche alla platea social un approfondimento di spessore e di sicuro interesse.

 

Senza blog, però, questo non sarebbe possibile: si finirebbe per esprimere sinteticamente la propria idea veicolando post e articoli di altre fonti. Si porta traffico altrove, dirottandolo fuori dal "nostro spazio".

Ecco dunque che iniziare ad impostare una strategia combinata blog+social può aiutare a curare il Personal Branding, ad essere effettivamente rintracciabili facilmente online tramite motori di ricerca e a diventare una presenza familiare per chi ama leggere travel blog.

Nei prossimi giorni i Consulenti di viaggio online potranno iniziare a creare il proprio blog allocato sul proprio dominio, senza neppure dover pagare lo spazio web necessario.

Una carta in più da giocarsi assolutamente per far emergere il proprio nome e la propria competenza nel mare magnum del web!
Prossimamente torneremo a parlarne, così come presto ci saranno degli speciali approfondimenti sul tema social network.

 

Pensi che vendere viaggi da casa possa essere l'attività giusta per te? Per capire se davvero è così, inizia a leggere la Guida per diventare Consulenti di viaggio online: clicca qui!

About the Author

Leave a Comment