Comportamento del viaggiatore online: cosa sappiamo dai dati 2019

Come si comporta l'utente online quando pensa al suo prossimo viaggio? Come agisce quando cerca esperienze ed eventi nel luogo dove andrà in vacanza?

Analizziamo insieme alcuni dati molto attuali e aggiornati, traendo delle conclusioni per capire cosa possiamo imparare da questi dati.

Qualche giorno fa ho avuto modo di riflettere su un'interessante ricerca svolta da Google, chiamata "What travel marketers should know about people searching for experiences" ("Ciò che i travel marketer dovrebbero sapere sulle persone che cercano esperienze").

Oggi vorrei condividere alcune considerazioni nate proprio dopo la lettura di questa analisi. Se vuoi approfondire, ti segnalo il link.

Iniziamo con il fissare alcuni fatti riportati nell’articolo:

  • Il volume complessivo dei segmenti tour e activities crescerà raggiungendo i 183 miliardi di dollari (Wow)
  • Nelle 12 settimane prima della partenza, sono numerose le ricerche relative ad esperienze legate al viaggio. Mediamente, il volume di queste ricerche supera di 3 volte quello delle ricerche sugli hotel, e di 12 volte le ricerche per un volo.
  • circa il 48% delle prenotazioni legate ad esperienze sono effettuate direttamente nel luogo della vacanza, per la maggior parte tramite un dispositivo mobile.
  • negli ultimi due anni sono aumentate di 6 volte le ricerche con la combinazione di parole chiave “cose da fare/attività” + “vicino a me”

A questo punto mettiamo assieme questi dati e ripartiamo dalle basi aggiungendo qualche ragionamento basato anche sulla nostra esperienza in ET. 🙂

L’utente che vuole andare in vacanza cerca un’esperienza. Questa ricerca, grazie all’aiuto della tecnologia, non si conclude con l’acquisto della vacanza ma prosegue fino alla fine del viaggio, quando si torna a casa.

In Evolution Travel, consapevoli di ciò abbiamo differenziato la parte pubblicitaria pre viaggio già da molto tempo.
Oltre ai classici annunci legati all’offerta turistica, abbiamo realizzato due differenti “percorsi” per gli utenti:

  • da una parte, abbiamo creato una delle pagine esperenziali legate al concetto dei 3 errori da evitare quando si va in vacanza in una determinata destinazione,
  • dall’altra, sviluppiamo e creiamo una considerevole quantità di materiale dedicato ai canali social che si incentra sui concetti legati all’esperienza dell’utente in vacanza.

(Se vuoi approfondire questi temi scrivi pure all’ufficio marketing di ET)

In accordo con quanto riportato nell’articolo, cosa faremo quindi in un prossimo futuro?
Procederemo con lo sviluppo di strumenti che permettono al cliente che è già in vacanza di trovare e prenotare in modo semplice un’ampia gamma di servizi aggiuntivi legati al binomio “cose da fare/attività” + “vicino a me”, in modo propositivo ed altamente mirato e personalizzato.

Potremmo ad esempio utilizzare un’app dedicata che tramite notifiche push aiuti e suggerisca cosa prenotare; oppure potremmo utilizzare un chatbot che assista il viaggiatore in vacanza.
In entrambi i casi sarà importante il supporto di un algoritmo di machine learning che contribuisca a dare all’utente esattamente cosa vuole e quando lo vuole, senza tediarlo con messaggi pubblicitari inutili ed invasivi.

E’ evidente come stia cambiando la relazione tra il Consulente Viaggi ed il Cliente. Chi lavora 100% online come il Consulente Evolution Travel è sicuramente già sulla buona strada rispetto ad un Agente di viaggi “classico”; il rapporto con il Cliente non termina dopo l’accettazione (e pagamento) del viaggio, ma prosegue durante il viaggio e, probabilmente, anche dopo il viaggio.

Le tecnologie che stiamo usando e gli strumenti che stiamo costruendo devono aiutare e supportare questo cambiamento, per rendere il lavoro sempre più smart. Le attività manuali si stanno moltiplicando, non è solo strategico ma è vitale automatizzarle al massimo, e liberare il tempo del Consulente Viaggi in modo da potersi dedicare alle attività che le macchine non possono rimpiazzare, la relazione umana con il cliente basata sulla professionalità e fiducia.