WhatsApp aiuta a vendere? Video-esperienza di Fabio, Consulente di viaggi

Il mondo della comunicazione è stato modificato moltissimo dall'ascesa delle app di instant messaging: WhatsApp, Messenger e Telegram sono diventati strumenti di utilizzo quotidiano per tutti.
Possono essere alleati anche nel lavoro e, nello specifico, nella vendita di viaggi? Ecco una videointervista a Fabio Nigro, Consulente di viaggi online che ne fa spesso uso: scopriamo insieme come.

 

Lavorare con le app di Instant Messaging

 

Un messaggino via Messenger; una nota vocale su WhatsApp; lo scambio di idee su una chat di Telegram: attività entrate nei gesti quotidiani di qualsiasi persona, a prescindere dalla fascia di età.

 

Se la velocità nelle comunicazioni ne ha giovato, come queste app hanno impattato anche nel mondo del lavoro?

 

I Consulenti di viaggio online usano questi strumenti abitualmente, tant'è che sui domini personali possono indicare la disponibilità a venir contattati anche via Telegram, Skype, WhatsApp e Telegram, oltre che telefonicamente e via mail.
Ciò vuol dire che hanno deciso di mettersi a disposizione dei propri clienti sempre, assicurando celerità nelle risposte.

 

E se si volesse sfruttare questo canale così "easy & friendly" per instaurare un rapporto di fiducia con il cliente, prima della telefonata?

 

E' quello che sta sperimentando Fabio Nigro, Consulente di viaggi online Evolution Travel, entrato in attività da circa 1 anno.

 

 

Dopo aver ricevuto il nominativo - via Google o via social, partecipando a campagne - inserisce il numero in rubrica e tramite WhatsApp (o Messenger) si presenta.

 

Inizia a farsi conoscere e a conoscere, a sua volta, il potenziale cliente e successivamente passa alla prima telefonata.

 

Lavora quindi il nominativo con una tempistica differente, ecco come lo spiega lui stesso in questa videointervista realizzata da Guendalina Vigorelli, CMO Evolution Travel:

 

 

 

 

Di certo la messaggeria istantanea ha facilitato le comunicazioni, le ha rese più snelle e rapide. Ha accorciato le distanze e i tempi tra le persone, diventando una modalità alla portata di tutti.

 

Non bisogna mai dimenticare quanto la prima telefonata sia fondamentale per riuscire a comprendere fino in fondo quale sia l'esigenza e il desiderio di viaggio del cliente.

 

Solo un'accurata raccolta di informazioni aiuta a centrare l'obiettivo: capire davvero quale sia la soluzione di viaggio ideale per chi si rivolge al Consulente di viaggi online.

 

 

Naturalmente il tutto è supportato dalle tecnologie che abbiamo a disposizione e che amano anche i clienti.

 

 

Riuscire ad utilizzarle al meglio è una carta in più da giocarsi, con la giusta misura.

 

 

Anche tu utilizzi la messaggeria istantanea per relazionarti con i clienti?
In che modo? Con quali risultati?
Lascia un commento a questo post!

 

Vuoi conoscere più da vicino la professione di Consulente di viaggi online? Pensi sia la strada che potresti intraprendere per avviare un'attività autonoma nel settore del travel?

Scarica subito la guida gratis: clicca qui!

1 Comments
  1. 14 Luglio 2018 at 22:30
    Reply

    Spesso mi capita che ai primi tentativi di telefonata non mi risponda nessuno e allora uso whatsapp come “segreteria telefonica”!salvo il numero del cliente e scrivo un messaggio di presentazione tipo “ciao sono Laura di Evolution Travel e ho ricevuto la tua richiesta di informazioni per una vacanza a...Ho provato a contattarti ma evidentemente nel momento sbagliato!mi dici tu verso che ora possiamo sentirci?”Da solito mi rispondono in giornata oppure richiamo e loro sanno Già chi sono

Leave a Comment