In arrivo vaccino Pfizer anti-covid: tornerà la normalità!

Le aziende Pfizer e BioNTech annunciano di poter partire con la produzione del vaccino contro il covid già dalla prossima settimana. Si apre finalmente uno spiraglio di ottimismo a livello mondiale!

 

Vaccino anti-covid19 in via di uscita

La notizia è rimbalzata ovunque: online, tramite social, nei tg, nelle trasmissioni televisive, sui giornali.
L'azienda farmaceutica statunitense Pfizer e la tedesca BioNTech sono ad un passo dal poter commercializzare il vaccino anti-covid19.
La ricerca scientifica è arrivata in fase 3 (esattamente come per altre aziende ugualmente impegnate nello sviluppo del vaccino) ma - al contrario dei competitor - Pfizer si espone già e parla, con risultati che fanno ben sperare.
E' stato Albert Bourla, presidente dell'azienda, a dare la notizia al momento: il vaccino ha mostrato sulla base di dati preliminari un'efficacia superiore al 90% contro il Covid-19.
Per questa ragione, le due aziende hanno richiesto una procedura straordinaria alle authority statunitensi per la commercializzazione.

I pareri entusiastici del mondo scientifico e politico sono unanimi: Anthony Fauci, il medico americano esperto in malattie infettive, ha espresso grande ottimismo, facendo sapere che l'efficacia di questo vaccino "è straordinaria", testuali parole.
Anche il direttore generale dell'Oms Tedros Adhanom Ghebreyesus definisce l'annuncio "notizie incoraggianti".Cosa accadrà, dunque? Quali sono gli scenari futuri?
Allo stato attuale, si pensa che entro gennaio si possa avere materialmente accesso alle dosi di vaccino.
Come verranno distribuite?
Ieri mattina (mercoledì 11 novembre 2020) si è appreso che la Commissione europea richiederà almeno 300 milioni di dosi, come ha affermato via Twitter Ursula von der Leyen, convinta che "Quello sviluppato da BioNTech/Pfizer è il vaccino più promettente finora".

La ricerca sul vaccino anticovid procede

 

Il vaccino anti-covid in Italia: quando?

Locatelli - presidente del Consiglio superiore di sanità - fa sapere che è allo studio il piano di distribuzione che partirà dal vaccinare sanitari, forze dell'ordine e fasce deboli della popolazione.
La Commissione Europea fa sapere che la quota riservata all’Italia è del 13,51% del totale, quindi circa 27 milioni di dosi.
Questi numeri dovrebbero essere riferiti soltanto alla prima tranche di acquisizione.

Insomma, il vaccino Pfizer sembra essere quello più incoraggiante.
Proseguono però le ricerche e gli accordi anche con altre aziende, come spiega Ursula von der Leyen: "abbiamo bisogno di un ampio portafoglio di vaccini basati su diverse tecnologie", ricordando che questo è il quarto accordo che l'Europa firma.

 

Si apre uno spiraglio di ritorno alla vita...

La notizia dell'uscita di un vaccino nell'arco di un paio di mesi ci lascia finalmente sperare. In un mare di dubbi, incertezze, paura e sabbie mobili, ecco finalmente un barlume di speranza.
Naturalmente tutti dobbiamo continuare ad essere cauti, prudenti, rispettando le raccomandazioni all'uso di mascherine, di distanziamento sociale e di accurata igiene.

Grazie alla ricerca scientifica, siamo vicini al punto di svolta nei confronti di questa pandemia: il vaccino aiuterà il mondo a rialzarsi,a tornare ad una vita prudente ma finalmente normale.
Non vediamo l'ora che arrivi quel momento, nell'interesse di tutti: di noi stessi Consulenti di viaggio online; dei nostri clienti viaggiatori che continuano a contattarci, desiderosi di poter tornare a muoversi; dei ristoratori; dei piccoli negozianti; dei bambini; del personale sanitario allo stremo; del personale scolastico; dei nostri nonni da riabbracciare forte...
E l'elenco potrebbe continuare a lungo!

Con fiducia nella scienza e con comportamenti ancora attenti, usciremo dall'incubo globale.
Torneremo a sorridere, abbracciarci, uscire e viaggiare rispettosamente ma anche serenamente!

 

 

 


Leggi la Guida Gratuita per diventare Consulente di Viaggi Online e Accedi al nostro Sistema di Prenotazioni Professionale